gallery/logo 22

Gabriele B.

OSCAR ROBECCHESI 2020

 

Venerdì 4 settembre  presso villa Terzaghi  a Robecco sul Naviglio si è realizzata l’ ormai consueta serata la notte degli Oscar Robecchesi.  E’ un’ iniziativa volta a premiare con un encomio, costituito da una pergamena, personaggi locali  che si sono distinti a seguito del loro impegno  organizzativo o in virtù dei risultati conseguiti  in discipline sportive di diversi generi.  Le associazioni sportive  nei comuni di piccole o medie dimensioni  sono importanti in quanto, oltre a promuovere uno stile di vita salutistico, migliorano la vita di relazione ed i rapporti sociali tra gli abitanti. Proviamo a pensare a un centro abitato senza palestre, senza campi da calcio, senza gruppi podistici e ciclistici. Quel villaggio sarebbe destinato a diventare un paese dormitorio, un luogo in cui gli abitanti  trascorrerebbero soltanto  la notte, mentre le attività sociali verrebbero effettuate trasferendosi nelle città limitrofe. E così il territorio muore, iniziano a chiudere i bar, i ristoranti tipici, i negozi artigianali,i parchi, le chiese. E quando si va a cercare quel tipo di pane croccante  che solo la panetteria  del  viale sapeva realizzare,  non lo si trova più,  e quando vuoi gustare quella pizza così buona e particolare  non lo puoi più fare, e quando vuoi entrare in quella chiesa dove hai confidato a Dio i tuoi timori  trovi la porta sbarrata, e quando vuoi percorrere il viale del parco attraversato da ragazzo stringendo la mano della persona che ti faceva battere forte il cuore lo trovi invaso da erbacce.  Allora si perde il rapporto con il luogo in cui si vive, si perdono sapori, colori, odori, ricordi. L’ uomo diventa un qualunquista ed i veri  valori sbiadiscono. Gli Oscar Robecchesi diventano quindi importanti in quanto premiano quelle persone che grazie alle loro iniziative consentono lo svolgimento della vita sociale  del territorio. Sono persone additate alla popolazione  come esempio da imitare.

gallery/OsacrB
gallery/Osacr1

La premiazione del nostro presidente Carlo si colloca in questo contesto.  E’ stata per lui una sorpresa inaspettata. Verso le ore 20,50 a villa Terzaghi si è raggruppato un gran numero di tigrotti, di cui la maggior parte indossava i colori sociali e l’ evento ha generato in Carlo un grande stupore. Il presidente, all’ oscuro di tutto, si aggirava  sul luogo della manifestazione, come un turista giapponese,  con vistosa camicia havaiana e con una macchina fotografica professionale pronto ad immortalare i premiati meditando  allo stesso tempo su cosa stava accadendo. Ad un certo momento ha iniziato ad avere qualche leggero sospetto, diventato realtà quando Assunto con il sorriso sotto i baffi e con fare sornione si è avvicinato sussurrandogli  “ guarda che il premiato sei tu “.  Mille sensazioni si sono originate in quel momento nell’ animo del presidente, fulmine a ciel sereno, doccia fredda, eclisse di luna, tempesta solare, ghibli del deserto e solo dopo un bel po’ di tempo ha realizzato quanto stava avvenendo.  E’ stata una bella emozione, con  in sottofondo l’ inno del “Latigre”, la breve presentazione dell’ operato di Carlo di questi 15 anni di attività nel gruppo podistico. Tutti abbiamo colto la sua grande emozione alla consegna della pergamena.  Per motivi di spazio non è stato scritto quanto avremmo voluto come motivazione del conferimento del premio, ma lo riportiamo ora di seguito.

“ Il podismo è uno sport individuale ed in un gruppo  come quello de “Latigre, costituito da oltre 50 associati, c’ è chi corre per primeggiare, chi per una sfida personale, chi per svago, chi ama le lunghe distanze, chi semplicemente cammina. Mantenere la coesione, l’ affiatamento, l’ amicizia e lo spirito di aggregazione non è semplice. Carlo, grazie al suo impegno profuso costantemente nel tempo c’ è riuscito. E’ stato in grado di trasformare uno sport soggettivo in collettivo. Ha fatto capire ad ogni componente del gruppo del”Latigre”  che, nessuna gara a cui si partecipa è bella da vivere se non si hanno amici con cui condividerla”

Grazie Carlo per quello che fai per il gruppo !

Gabriele a nome di tutto il gruppo